Crea sito

Una sola possibilità

il-bivioVivere è una gymkhana, una gara a ostacoli, un incontro di kendo all’ultimo sangue. Si esce di casa in punta di piedi cercando di non pestare i cristalli che coprono i nostri percorsi. Ci si muove tra impegni e le cose naturali del vivere, circospetti, atterriti, con il terrore di sbagliare.

Un errore e possiamo perdere tutto! Ogni gesto, ogni occhiata, qualsiasi azione o pensiero può avere conseguenze catastrofiche a livello esteso. Non ci possiamo permettere di sbagliare. Una sola è la risposta giusta, una sola è la cosa da fare. Abbiamo una sola possibilità!

La sopravvivenza del mondo è in mano nostra: il nostro mondo, la nostra vita. Tutti gli altri sono nemici, ci costringono a scegliere. E dobbiamo scegliere solo ciò che è corretto. Ogni scelta cambia tutto il percorso che segue, ma non si può non scegliere … perché anche questa è una scelta!

Siamo in gioco comunque, che vogliamo o no. Scegliere fa paura. Ma possiamo solo scegliere, e abbiamo una sola possibilità. La sola possibilità è la cosa giusta. Le altre sono non possibilità. E’ come essere in piedi, stanchi e a pezzi, in una strada in forte discesa: non possiamo non camminare o cadremo.

Nel nostro trascinarci quotidiano ci illudiamo di seguire i flussi preesistenti quindi di eludere l’obbligo della  scelta. Ma non c’è salvezza in questo. Prima di cadere possiamo decidere di appoggiarci a un palo o di sederci in quella strada irta, ma prima o poi dovremo riprendere a camminare.

Ma scegliere è la scelta giusta o è una rinuncia? Una rinuncia a tutte le altre possibilità? Pensare di avere solo una possibilità produce il terrore di sbagliare, l’immobilità, l’errore. L’orrore porta all’errore!

Per la paura di sbagliare si finisce per pensare sempre di aver fatto la scelta sbagliata.

“Avevamo una sola possibilità e l’abbiamo persa!”